02/01/11

incertezze (ore sette e 40)







Certe mattine d'inverno il cielo è un'emozione maggiore del tramonto d'estate.

Andando a lavoro passo per viale dei tigli (via Barbiero, ma a Mogliano nessuno la chiama così) e una mattina ho visto questo cielo, fra i rami neri.

Dipinto il cielo, dipingere gli alberi.
Peccato rovinare tutto.

Ho allora disegnato il viale col pennarello vetrografico su un trasparente, di quelli che power point ha esautorato, e l'ho sovrapposto al cielo per vedere l'effetto che fa.











Ho scoperto che si può abbassare l'orizzonte














e ruotare specularmente il viale…

L'effetto è buono (mi sembra).



Posso rischiare di rovinare tutto dipingendo gli alberi contro il cielo

7 commenti:

valeria ha detto...

Io lascerei tutto così, forse sfumerei appena appena la parte bassa degli alberi...forse.

Arianna ha detto...

Che belle idee si trovano qui! Io non posso consigliar nulla, con l'acquarello sono alti e bassi. Ciao, Arianna!

mammaMarina ha detto...

"e le stecchite piante
di nere trame segnano il sereno"...metticeli gli alberi, se non viene bene lo rifai...tanto tu sei bravo!

Alby ha detto...

@ Valeria: devo decidere il colore. Essendo un contro luce, e per non raffreddare troppo, proverei con un viola scuro, appena imbrunito

@ Arianna: a parte che un alto e un basso i fa un guaivo, com'è vero! un acquerello presto lo fai, presto lo assassini.

@ Marina: quanti ne ho rifatti! anzi, di quanti ho usato la parte dietro del foglio, buttandoli comunque al macero! Di chi sono codeste stecchite piante?

mara ha detto...

già certe albe invernali sono davvero spettacolari....voto la terza immagine.

mammaMarina ha detto...

Novembre di Pascoli

Gelsomina Vecchiato ha detto...

DAVVERO BELLA QUESTA SERIA DI FOTO! I INVERNO CI SONO CIELI DAI COLORI PIENI DI PESIA...